Le origini di GoSaily … ora che non c’è più!

Come tutti i nostri velisti ed armatori sanno, a fine gennaio GoSaily si è preso una pausa. Dopo quattro anni di ininterrotta presenza on-line, il nostro marketplace per la condivisione di esperienze in barca a vela ha sospeso gli accessi e le prenotazioni. La decisione è stata sofferta, ma siamo convinti di avere fatto la scelta giusta. Naturalmente siamo dispiaciuti, soprattutto nei confronti di chi ha apprezzato i nostri servizi e le proposte di imbarco che i 300 armatori iscritti al sito hanno pubblicato ogni anno permettendo a tanti velisti di vivere il mare per una vacanza, un trasferimento o una regata. Ma è davvero arrivato il momento di cambiare … e ora ti diciamo perché.

L’idea di mettere a disposizione di tutti una piattaforma per permettere a chi ha una barca a vela di condividere qualche bella navigazione con chi ama il mare ma non ha una barca di proprietà ci è sempre piaciuta, per la semplice ragione che abbiamo navigato per anni noleggiando barche da società di charter e poi abbiamo avuto la possibilità di acquistare una barca tutta nostra con cui uscire in mare ogni volta che ne avevamo voglia.

La sensazione di libertà che ci ha dato Margaux, il nostro Elan 340, è sempre stata bellissima. Con il nostro equipaggio super ridotto, io e Paola abbiamo navigato lungo le coste della Liguria e della Toscana, da Capraia all’Isola d’Elba e poi più giù sino al Giglio, alle Pontine, ad Ischia e a Procida. Abbiamo attraversato il Tirreno per raggiungere la Sardegna, gironzolato per la Maddalena e dato fondo all’Asinara. Abbiamo visitato la Corsica e quasi ogni anno abbiamo trascorso giornate indimenticabili in Costa Azzurra, da Beaulieu e Villefranche, da Antibes a Cannes, da Saint Tropez a Les Porquerolles. Ma ogni volta che ci è stato possibile, abbiamo avuto il piacere di ospitare a bordo vecchi e nuovi amici che ci hanno accompagnato nelle nostre navigazioni e con cui abbiamo vissuto le nostre avventure in mare.

Dopo qualche esperienza non del tutto positiva con offerte di imbarco gratuito che venivano scambiate per un favore che ci veniva fatto, quando in realtà eravamo noi ad assumerci, pur con piacere, maggiori oneri, vincoli e responsabilità rispetto alla scelta tutto sommato più facile, ma più egoistica, di navigare da soli, abbiamo pensato che sarebbe stato forse più giusto chiedere un contributo economico per venire in barca con noi. Superato un po’ di imbarazzo iniziale (chiedere soldi agli amici non è poi così facile ..), ci siamo accorti che ci sarebbe stato utile disporre di un sistema automatico per raccogliere le richieste di prenotazione e le quote di partecipazione. Visto che nel 2013 non c’era niente sul mercato che facesse al caso nostro, abbiamo sviluppato una nostra piattaforma e l’abbiamo chiamata GoSaily.

L’unico obiettivo era quello di promuovere le nostre proposte a vela, di pubblicare in modo trasparente e chiaro tutte le informazioni utili per decidere e di permettere a tutti di fare un richiesta on-line e di versare la quota di partecipazione. Senza passare per inutili “apericena” di pianificazione, telefonate, messaggi, whatsapp e tutte le altre perdite di tempo organizzative che ben conoscevamo. Va bene la passione per la barca a vela, ma dopotutto abbiamo una vita … e non avevo nessuna voglia di interrompere una riunione di lavoro per spiegare ad un amico velista quale rotta avremmo fatto o cosa mettere in valigia …

Quindi il sito l’abbiamo fatto bene, curato nei particolari e con tutte le funzioni che ci servivano. Ma a quel punto è stato chiaro che tutte le funzionalità create sarebbero state utili anche ad altri armatori che magari avevano le nostre stesse esigenze. E così abbiamo aperto il sito a tutti, come avevano fatto i grandi marketplace in stile AirBnB (ma con tutta l’umiltà del caso …).

E fu così che nei primi mesi si registrarono oltre 50 armatori, alla fine del primo anno sono aumentati a 150 e l’anno successivo abbiamo superato le 200 barche. Gli annunci pubblicati sono stati migliaia, le barche erano stupende, alle vacanze in Italia si sono aggiunte delle proposte alle Baleari ed un buon gruppo di annunci sia in Grecia Ionica che alle Cicladi e oltre.

La gestione della piattaforma ha sempre richiesto molto tempo e parecchie risorse economiche, ma la nostra iniziativa amatoriale, nata per passione, ci stava dando troppe soddisfazioni per stare a soppesare i pro e i contro, valutare i sacrifici o i soldi spesi. Pur non avendo obblighi contrattuali di certificazione delle barche, nel 2015 Paola ha contattato praticamente tutti i nostri armatori, per conoscerli e dirgli che esistiamo in carne e ossa, che siamo a disposizione per risolvere qualsiasi problema, ma anche e soprattutto per avere un’idea del tipo di comandante che avrebbe portato in mare i nostri velisti. E come se ciò non bastasse, quando con Margaux eravamo in porti dove c’erano armatori GoSaily abbiamo fatto in modo di conoscerli di persona e di scambiare quattro chiacchiere sul “mestiere” di navigare a vela con ospiti paganti a bordo. Per noi è stata un’esperienza super fantastica !

Così non va … per un po’ stiamo a guardare!

Ma in questi ultimi anni le cose sono cambiate. Sono nate molte altre iniziative simili alla nostra. Quasi tutte sono “start-up” se non anche “start-up innovative”, hanno un modello di business al posto di un modello di passione, raccolgono fondi e mirano, giustamente, a fare profitti. Ma purtroppo dimenticano, o non sanno, che il mondo del diporto a vela non ha mai fatto arricchire nessuno … e l’unico effetto che questo proliferare di iniziative ha realmente avuto è stato quello di trasformare il mercato, portando quasi tutti i piccoli operatori del charter ad utilizzare le piattaforme peer-to-peer per promuovere di fatto gratuitamente le loro iniziative su ogni portale disponibile.

La conseguenza di questa trasformazione ha portato alla creazione di una offerta indifferenziata. Le stesse proposte sono presenti ovunque e per i velisti non c’è alcuna ragionevole differenza nel prenotare una vacanza su GoSaily piuttosto che su un qualsiasi altro sito. Ovviamente abbiamo anche noi la responsabilità di non avere saputo (o potuto) differenziare la nostra proposta. Ma la giustificazione per noi è molto semplice: per differenziarci occorrerebbe fare ulteriori e significativi investimenti, che purtroppo non hanno alcuna possibilità di essere recuperati. I costi di sviluppo e di mantenimento della piattaforma, i costi delle risorse professionali dedicate a gestire la community e soprattutto i costi di web marketing per avere i volumi di traffico necessari sarebbero così elevati da non permettere non solo alcun guadagno ma nemmeno un pareggio economico e finanziario. Lasciatemelo dire con cognizione di causa … visto che mi occupo di gestione aziendale da quasi 30 anni  🙂

Quindi eccoci qua … con GoSaily che ha un suo seguito fidelizzato ma che è sempre più “invasa” da proposte non esclusive, presenti su vari altri portali, che non ci permettono nemmeno di garantire ai nostri ospiti che gli annunci pubblicati corrispondano ad effettivi posti disponibili a bordo. O che il prezzo pagato sulla nostra piattaforma sia lo stesso pubblicato su altri siti. Quindi che fare ? Assumere un legale per disciplinare i comportamenti degli utenti ci sembra un tantino fuori luogo … e combattere una battaglia dove contano solo i mezzi finanziari non è fattibile.

La scelta più saggia ci è sembrata quella di fare un pausa … ci facciamo da parte, non abbiamo fretta e possiamo metterci alla finestra e stare a guardare per un po’ ! Ma questo non vuol dire che dobbiamo smettere di fare quello che ci piace. Per cui abbiamo già riaperto, con un ritorno alle origini !

Ma almeno c’è più tempo per navigare …

Le decisioni prese non devono mai dare origine a rimpianti, anzi … occorre subito guardare avanti! E per noi guardare avanti significa solo mollare gli ormeggi per una bella veleggiata con l’orizzonte in prua … E lo vogliamo fare continuando ad offrire lo spazio disponibile a bordo della nostra bella Margaux a chi vuole vivere un po’ di quella magica atmosfera che solo la barca a vela può dare. Quindi si riparte con il GoSaily delle origini, il sito amatoriale fatto solo per noi e per qualche amico. Con un solo porto di partenza, il Marina di Varazze.

GoSaily è di nuovo on-line con un nuovo sito e nuove proposte. E’ tutto molto semplice: al Marina di Varazze, facilmente raggiungibile da tutte le principali città del Piemonte e della Lombardia, organizziamo, a bordo del nostro Elan 340, delle uscite giornaliere tutti i fine settimana da Aprile a Settembre ed anche nei giorni infrasettimanali nei mesi di Luglio e Agosto. Imbarchiamo un massimo di 6 persone e molliamo gli ormeggi attorno alle 9 del mattino, con rientro la sera verso le 5. La giornata si trascorre veleggiando in base al vento, con sosta alla fonda per pranzo e bagni a volontà. Le nostre uscite giornaliere sono uniche a Varazze e possono essere prenotate direttamente on-line.

Oltre alle uscite giornaliere organizziamo week end in barca su richiesta con varie destinazioni:

  • verso Ponente possiamo navigare verso il Marina di Loano o il Porto di Alassio;
  • verso Levante possiamo raggiungere Santa Margherita o Rapallo, con veleggiate nel Golfo del Tigullio;
  • con un week end lungo possiamo fare la “traversata” verso Portovenere e le Cinque Terre.

E infine, sempre su richiesta, inviata compilando un semplice modulo on-line, possiamo anche organizzare delle vacanze estive di una settimana all’Isola d’Elba, in Corsica o in Costa Azzurra.

Ma non è tutto, perché tra i nostri amici del Marina di Varazze c’è l’associazione Punto Vela Blu che da oltre 20 anni insegna la vela ad ogni livello. Dal nuovo sito GoSaily è possibile fare richiesta di prenotazione di un corso di vela, dal livello base a vari livelli avanzati, sino ad arrivare ai corsi master ed alla partecipazione alle regate del Campionato Invernale del Ponente Ligure.

*   *   *

Questa è la nostra storia ad oggi, che riparte con una proposta completa, anche se “locale”, ma che siamo sicuri ci permetterà di continuare a conoscere nuovi amici e trascorrere piacevoli giornate di vela a bordo di Margaux e delle altre barche amiche del Marina di Varazze. Venite a conoscerci o inviateci un messaggio e saremo lieti rispondere nel più breve tempo possibile.